Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Indice delle News
sei in: Home » Robert Rauschenberg Travelling '70 - '76
Novità
Tag-Cloud

firenze opere come madonna salani patrimonio palazzo alla galleria sezione sono degli trieste percorso quattrocento della contemporanea sale nelle uffizi
Mostra

Robert Rauschenberg Travelling '70 - '76

Napoli, MADRE (Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina) 22 ottobre 2008 - 19 gennaio 2009

Share |

Se proviamo appunto a vederla 'per problemi', tralasciando analisi sociologiche, appunti storici e coordinate artistiche ben tracciate nei pannelli didattici che introducono le singole sezioni (coincidenti con le serie d'appartenenza delle opere esposte: Cardboards, Venetians, Early Egyptians, Hoarfrosts e Jammers), la mostra si lascia articolare in due grandi blocchi.
Nel primo si rivive il mito dell'Egitto in enormi cartoni incrostati di sabbia africana, una faccia dei quali, tinta di vernice fluorescente rossa, arancio, gialla o verde, proietta luce colorata sulle candide pareti delle sale. Nel secondo blocco si esalta la morbidezza luminosa delle sete indiane attraverso sovrapposizioni di piani diversamente tinti e spesso lavorati secondo la tecnica del transfer a solvente. Una tecnica, questa, del riuso di immagini 'povere', provenienti da quotidiani e reclames, adottata da Rauschenberg con ineccepibile eleganza.
Se la faccia fiammante del cartone riflette sul muro ombre colorate di impressionistica memoria, le preziose sete sovrapposte indagano l'antico problema delle velature.

Peccato manchi il vento, in questa mostra napoletana di serici velieri: ombre, trasparenze e melanges alleggeriscono finalmente l'idea condivisa di anni Settanta ‘granitici’. Da vedere, perché no, in coppia con la minuscola esposizione fiorentina di manufatti, in "papier roulé" e "pasta di reliquie", creati tra Seicento e Novecento da allegre monache pop.

Autore/autrice scheda: Valeria Genovese